108_Moana, Vaiana, Oceania

108_nu_boniglio_moana_vaiana_oceania

Moana, Vaiana, Oceania, ovvero, piccola riflessione su una crisi di identità. Da maggio, tramite una scelta più di pancia che di testa, ho deciso di non proseguire il lavoro da cameriere stagionale e ributtarmi nel mare delle incertezze. Una delle tante cose apprese durante il periodo di “isolamento” lavorativo è l’importanza della verità; concetto banale effettivamente tanto che ci si ritrova a chiedersi “perché non ci ho pensato prima?”. Ma il mix, letture, serie tv e rapporti di umanità diretti e vari, come solo un albergo/ristorante ne possono dare, hanno creato il giusto ambiente per la mia rivelazione. Ebbene, leggevo sull’internet che esistono diversi tipi di identità: affettive, sociali, corporee, di genere, sessuali, culturali, razziali. Bene. Nella nostra società moderna, nel tempo in cui ci troviamo a vivere, queste identità sono assoggettate più che mai al nostro volere; nel senso che, mai come prima, in questa epoca, noi possiamo essere quello che vogliamo. Eppure sempre più persone, me compreso, vivono in un persistente malessere, una crisi. In questo stato ci si riduce dal poter essere tutto al non essere nulla, o almeno, questa è la sensazione che si prova, ed è solo una delle possibili realtà che ci si crea (dannato pensiero hippie/newage!).
Dalle dinamiche delle serie tv e soprattutto dei libri, scopriamo che come noi, i personaggi mentono, a loro stessi e al prossimo. Queste verità inespresse o menzogne, creano, grazie agli autori, magnifiche o banalissime trame, non lo metto in dubbio, ma quanto sarebbe migliore se si iniziasse ad essere sinceri e ad affrontare le cose per come sono?
Nel rispetto del prossimo dovremmo coltivare la nostra unicità ed essere sempre sinceri, prima di tutto con noi stessi. Moana è un film d’animazione del 2016 prodotto da Walt Disney Pictures e i Walt Disney Animation Studios, ed è anche il nome originale della protagonista. Nella penisola iberica il titolo del film è stato cambiato in Vaiana perché in Spagna “Moana” è un marchio registrato. In Italia invece? Da noi la forte e indipendente eroina ha ereditato il nome Vaiana, che non compare però sulle locandine, preferendogli “Oceania”, che francamente è solo un titolo, che tra l’altro priva la protagonista di qualcosa e crea solamente confusione. Un mix tra censura all’italiana e marketing hanno fatto in modo che la principessa maori perdesse una parte della sua identità e che la mia mente elaborasse questa illustrazione e questo fumoso papocchio che ha i contorni indistinti del “dove vuole andare a parare?”. In fondo capire come funziona una mente è difficile e capire come funziona la propria, probabilmente ancora di più.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Biro e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a 108_Moana, Vaiana, Oceania

  1. Pendolante ha detto:

    L’illustrazione è bellissima e la tua riflessione per nulla banale

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...